Benvenuti nel forum

Lo scopo di questo forum
è di dare a tutti la possibilità di esprimere la propria opinione
su ogni argomento dello scibile umano
rimanendo nel rispetto di OGNI
membro che lo compone.
L'apologia della propria religione è consentita.
Ci aspettiamo da ogni utente che si iscriverà qui,
la propria presentazione nell'apposita sezione
e l'estensione del proprio cordiale saluto a tutti gli iscritti
i quali sono invitati ad accoglierlo altrettanto cordialmente





New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page

Kiwi, frutto dalla mille proprietà benefiche

Last Update: 2/21/2012 4:30 PM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 3,209
Post: 1,465
Registered in: 4/21/2008
Registered in: 2/8/2009
Gender: Female
Master User
2/21/2012 12:52 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Kiwi, frutto dalla mille proprietà benefiche
È stato classificato come il più nutriente fra i ventisette frutti di largo consumo, contiene molta Vitamina C e aiuta a combattere i radicali liberi, ma non solo…


Il Kiwi è una pianta originaria della Cina usata inizialmente a scopo ornamentale. Solo dopo, il frutto è stato introdotto nella nostra alimentazione e, grazie alla sua particolare composizione, è stato anche apprezzato per le sue numerose proprietà curative. In uno studio americano è stato infatti classificato come il più nutriente fra i ventisette frutti di largo consumo. Per l’alto contenuto in Vitamina C (85mg/100gr) il kiwi è un alimento che apporta numerosi benefici all’organismo: aiuta a combattere i radicali liberi; protegge le gengive e i denti; aiuta la trasformazione del colesterolo in sali biliari riducendo così la percentuale di trigliceridi. L’apporto calorico è molto basso: 100 gr di kiwi forniscono circa 44 Kcal in quanto è costituito da circa 84% di acqua, 9% di carboidrati e da tracce di grassi e proteine. Il kiwi possiede un buon contenuto di fibre solubili e insolubili le quali sono fondamentali per combattere la stipsi e per chi ha problemi di emorroidi. Di questo frutto esistono due varietà: verde e gold. Il frutto con la polpa verde è quello che più facilmente troviamo nei nostri mercati, ha una buccia scura con pilucchi e la sua forma è simile a quella di un uovo; la varietà gold, ha una forma più allungata, una buccia priva di pilucchi ed una polpa di color giallo. Numerosi sono gli studi che confermano il ruolo curativo del kiwi. Un gruppo di ricercatori giapponesi dell’Università di Tokio, ha svolto una ricerca sulla capacità antiossidante del kiwi confrontandola con quella del pompelmo e dell’arancia: ad un gruppo di volontari sono stati fatti mangiare 3 kiwi al giorno. Successivamente sono state analizzate le urine dei volontari nelle quali sono state trovate alte percentuali di polifenoli dotati di un elevato potere antiossidante capace di inibire l’ossidazione dei lipidi e di ridurre i rischi causati dall’ stress ossidativo; in particolare, questo valore era più alto nei soggetti che avevano mangiato il kiwi gold rispetto alla varietà verde. Questo frutto è un’ottima fonte di acido folico, importante per la prevenzione, durante la gravidanza, della spina bifida e per i soggetti anemici. Il kiwi è un alimento adatto ai soggetti che soffrono di pressione alta proprio per il suo alto contenuto in potassio (400mg) e basso contenuto in sodio (5mg). L’elevato contenuto di questi minerali, fanno si che questo frutto sia adeguato all’alimentazione degli sportivi per la prevenzione dei crampi muscolari. Inoltre, grazie alla presenza dell’arginina, il consumo del kiwi allevia e previene i fastidiosi problemi circolatori che si possono presentare durante la gravidanza: gambe pesanti, vene varicose ed emorroidi. L’enzima actinidia presente nel frutto, ha la stessa azione della "bromelina" nell'ananas : facilita cioe' la digestione delle proteine. È quindi indicato per chi ha problemi di gastrite e cattiva digestione.

Il kiwi sembra avere un’ottima azione sugli occhi. Secondo un recente studio pubblicato su Optalmology, l’assunzione giornaliera di 3 kiwi sembra possa contrastare la degenerazione maculare retinica, malattia che colpisce la parte centrale della retina e può causare la perdita irreversibile della visione centrale. Questa azione protettrice è dovuta alla presenza nel kiwi della luteina, caroteinoide che, una volta assunto tramite la dieta, si deposita nella parte centrale della retina proteggendola dai raggi UV nocivi. Questo frutto è anche importante per contrastare l’azione tossica delle nitrosamine (potenziali agenti cancerogeni) che si formano a partire da nitriti e nitrati, additivi alimentari che vengono usati per la preparazione degli alimenti in particolare negli insaccati. Sembra anche che riesca a combattere l’insonnia:ad un gruppo di 24 soggetti che soffrono di insonnia, sono stati fatti mangiare 2 kiwi per 4 settimane un’ora prima di andare a dormire. Il risultato dell’esperimento è stato un miglioramento della qualità del sonno. Ovviamente, questa ricerca necessita di ulteriori conferme. E perché non sfruttare le qualità di questo frutto per fare una maschera di bellezza adatta soprattutto a chi ha la pelle grassa? Occorre schiacciare 2 kiwi in una ciotola e mescolarli con 2-3 cucchiai di yogurt. Stendete il composto su tutto il viso esclusi occhi e labbra. Tenete in posa per almeno 15 minuti e poi rimuovete con acqua tiepida. Noterete subito i risultati.
--------------------------------------------------
AVER PAURA DEL DIAVOLO E' UNO DEI MODI DI DUBITARE DI DIO ...
2/21/2012 4:30 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Proprietà del frutto [modifica]
)I frutti del kiwi contengono una grande quantità di vitamine, soprattutto la vitamina C, la cui quantità presente, 85 mg per 100 g di parte edibile, è superiore a quella delle arance (50 mg); come è noto la vitamina C è un ottimo antiossidante.

Anche se la tolleranza alla vitamina C in eccesso è notevolissima nella specie umana, e se anche la stessa vitamina è un ottimo ed importante presidio per i suoi principi antiossidanti, è opportuno non abusarne in quantità.

Quantità superiori a due frutti hanno un effetto discretamente lassativo (molto dipendente dalla sensibilità individuale), tale effetto è inversamente proporzionale al livello di maturazione del frutto. Più il frutto è sodo ed acidulo (bassa maturità) e più si avrà l'effetto lassativo.

I felini, in special modo i gatti, sono attratti da questa pianta, questo può produrre problemi alla pianta stessa, dato che il gatto graffia e rosicchia il fusto. Nelle piante giovani i fusti possono essere protetti da una rete. A pianta adulta il tronco ed i rami sono talmente robusti e coriacei da non soffrire eccessivamente per le attenzioni del gatto.




it.wikipedia.org/wiki/Actinidia_chinensis
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 7:04 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com
Horloge pour site Orologio per sito