00 3/12/2013 11:20 PM
A distanza di molti anni dalla morte del Professor Luigi di Bella, oggi si scopre che le statine, da lui decantate 40 anni fa sono degli eccellenti antitumorali. Normalmente utilizzati per controllare il tasso elevato di colesterolo nel sangue in dosi giornaliere, si è visto che le statine hanno la capacità "di bloccare la crescita e la diffusione dei tumori", secondo il Daily Express. Il giornale ha riferito che comuni farmaci ipocolesterolemizzanti "potrebbe essere la chiave per vincere il cancro".
La notizia è basata sulla ricerca di laboratorio nel ruolo di una specifica mutazione genetica nello sviluppo del cancro al seno. La ricerca è stata svolta principalmente in colture cellulari, e non testare farmaci sugli esseri umani.
Lo studio è stato condotto da ricercatori della Columbia University negli Stati Uniti e di altri istituti negli Stati Uniti, il Giappone e la Norvegia. E 'stato finanziato dal National Institutes of Health e The Breast Cancer Foundation Research. Lo studio è stato pubblicato sulla peer-reviewed rivista Cell scientifica, e comunicata con grande clamore da eminenti ricercatori svizzeri e americani.
Le ricerche hanno dimostrato che le statine, farmaci anticolesterolo, controllano la crescita tumorale perché inibiscono la crescita di nuovi vasi linfatici, così si possono prevenire le metastasi.

Il Prof. Di Bella, grazie ai suoi studi aveva scoperto questa correlazione, più di 40 anni fa, infatti oltre alla somatostatina ed alla longostatina, le statine anticolesterolo sono tra i farmaci principali del protocollo MDB.
L' ex Ministro della Sanità, Rosy Bindi, ostacolò all'epoca il prof. Di Bella nella ricerca e nelle sue scoperte, resta il fatto che oltre a numerosi pazienti guariti dal professor di Bella che ricordiamo non curava solo i malati di cancro ma anche altre patologie, oggi la scienza deve riconoscere, suo malgrado, la veridicità delle sue teorie.

Fonte

P.S.:
Dobbiamo ringraziare Rosy Bindi per aver ostacolato, all'epoca, il metodo Di Bella [SM=g9595]

Mauro